In Evidenza

Video l’inizio di una nuova era di Jovanotti

Egidio Chiarella –  ………..Il terzo e ultimo ministero è la profezia, cantata proprio in questi giorni sulla spiaggia di Legnano da un consapevole Jovanotti, proiettato con i suoi ritmi e le sue parole verso l’apertura di una nuova Era. ( l’evento è stato ripetuto ieri sera sulla spiaggia di Praia a Mare ( 7 agosto 2019 ).

Il bel messaggio dell’impeccabile cantautore romano-aretino rischia però di rimanere in una vaga sacca sentimentalista. Cosa facilmente possibile se, chiunque abbia recepito l’auspicio dell’artista, non continua a parlare con la Parola di Dio o, aprendosi magari per la prima volta ad essa, non prova a sostituirla con quella del mondo.

giovanotti 1Non c’è vera profezia se non viene da Dio; il resto ci spinge a cadere dentro un mare di illusioni, magari straordinarie, ma alla fine altamente sconvenienti. Il pericolo sta nello scambiare l’emotività di un attimo con la verità eterna, correndo spesso da una emozionalità all’altra per rigenerarsi, ma senza poter sostituire la sabbia con la roccia per costruirvi sopra la propria vita.

Il teologo del Signore e della Chiesa è costretto ad evidenziare che c’è molto vuoto interno, e in proposito si esprime con severa tonalità: «Oggi di questi tre ministeri battesimali il cristiano neanche più se ne cura. Neanche sa che essi esistono. Neanche sa che lui – per nuova nascita in Cristo e per Cristo – è re, sacerdote e profeta».

Non so se Jovanotti leggerà questo articolo, ma sicuramente tanti fans si troveranno a farlo. A questi ultimi mi rivolgo perché sui social si chieda a Lorenzo Cherubini, nome d’origine del cantante, di scrivere una nuova canzone che potrebbe avere per titolo “L’uomo: re, sacerdote e profeta”…………..

( Da frammentidipace.it)

 

Inserisci un commento

Scroll To Top