In Evidenza

Un bagno di folla che nel papa cerca la fiducia persa!

Tre milioni di giovani. Persone di ogni età venute da tutto il mondo. Nello sfondo Rio De Janeiro e la spiaggia di Copacabana. Tra tutti il Papa! Francesco, venuto da un Paese posto alla fine del mondo. La Chiesa cambia volto, mette alla sue spalle gli scandali degli ultimi tempi e tenta di riprendere la strada del vangelo, che è l’unica cosa necessaria e indispensabile,  per la quale è nata. Più semplicità ripete Papa Francesco! Più dimensione soprannaturale ai pensieri del cuore e della mente! Più misericordia verso tutti, ma anche più tempo da dedicare a Dio, chiamato a gran voce solo quando la casa brucia.

Il mondo è in crisi perchè ha smarrito la sua sapienza e si vergogna di professare la fede in Cristo Gesù con il sorriso e alla luce del sole. C’ è comunque fama d’amore, di giustizia, di fraternità, di condivisione, di inclusione, di lacrime per il prossimo! Si fa però fatica a mollare la carezza mortale di un relativismo strisciante, che banalizza e giustifica ogni cosa, abolendo il peccato a gettoni e la condanna comunque. Tutto così si può fare e tutto si può giustificare.

I giovani devono scappare da questa morsa satanica e andare controcorrente, provando anche il bruciore della sconfitta, ma avendo solo nella fede verso il Signore e in sua madre la Vergine Maria, i punti focali per riprendere a sperare, lottare, camminare e vincere!

Il bagno di folla oceanica che ha accompagnato il papa in Brasile chiede da qualche tempo aiuto! Chiede una Chiesa semplice e tra la gente, ma sa che deve dare al cielo uno stile di vita nuovo, senza vitelli d’oro e senza vangeli personalizzati. Il mondo aspetta di essere cambiato e i cristiani, soprattutto i giovani, timorati di Dio, possono farcela!

Egidio Chiarella

Inserisci un commento

Scroll To Top