In Evidenza

Quattro atti necessari

Frammenti di pace.it – Egidio Chiarella - C’è negli uomini, da tempo immemorabile, una percezione negativa della morte. L’eterno si accetta a parole, mentre si glissa sulle regole che la Parola fornisce ad ognuno per redimersi e salvarsi. Qualcuno potrebbe obiettare quanto sia assurdo soffermarsi sull’eternità in un mondo di progresso scientifico e sociale, mentre sfumano per tanti le bellezze dalla vita terrena.

Si scherza sul paradiso, l’inferno e il purgatorio, sottolineando che si tratta di forme medievali messe in campo per far emergere nuove paure. Nella paura si sono sempre imposte alle masse le cose di pietra, di carne e d’intelletto. Ma la fede che nasce dal Vangelo non conosce imposizioni, né fantasiose costruzioni dell’aldilà per soggiogare la gente e renderla vittima di un sistema ben orchestrato.

I comandamenti, le beatitudini, le virtù cardinali e teologali, le testimonianze dei profeti, i messaggi quotidiani di Cristo in missione sulla terra, il discernimento sacerdotale, la sapienza dei nostri Padri nel Signore come possono essere contro l’uomo e il suo libero cammino per le strade del mondo? La Parola non priva di alcunché, riequilibra semmai ciò che ci circonda veloce o ci passa dinnanzi……

Segui sul link:

https://bit.ly/2QzR4EV

Inserisci un commento

Scroll To Top