In Evidenza

Limiti e spazi

Riflessione in Pausa – Egidio Chiarella – InfoOggi - Mai come oggi il termine limite ha risuonato nella testa di ognuno, non come demarcazione delle proprie libertà, ma come elemento che toglie per ridare più di quello che si è perduto, escluso il trapasso che va letto in tutt’altra direzione. Si è coscienti di vivere l’emergenza più grande di questo secondo dopo guerra che però ha fatto comprendere, come il rispetto delle regole e di alcune delimitazioni mai applicate in tempo di democrazia e di pace, possano cambiare e salvaguardare il futuro. Tornando alla normalità quotidiana non per forza il sostantivo limite debba assumere il valore inverso di una parola positiva.

Il vero significato di una parola si evidenzia in un certo contesto, in una specifica relazione oppure abbinata ad un termine, ad un gruppo ordinario o comunque ad una situazione particolare come quella del coronavirus. Si approfitti in questo periodo per indagare dentro la mente e l’animo per ricollocare in umiltà le proprie sensazioni e le personali virtù.  Indicare un proprio limite non riduce l’individuale identità in negativo, perché più volte lo stesso ha offerto la possibilità di essere prestati ad una grande comunione di affettività sociale……

Segui sul link:

https://www.infooggi.it/articolo/quando-il-limite-apre-nuovi-spazi/120272

Inserisci un commento

Scroll To Top