In Evidenza

Idolatria e società odierna

InfoOggi.it – Egidio Chiarella - 

Essere oggi idolatri è la cosa più facile che si possa fare. Basta liberarsi della sapienza della Parola sistemandola per bene in cantina e consegnarsi completamente al mondo che ruota attorno. Esternamente tutto funziona, cammina, risponde, va bene, reagisce, produce, s’intesta il valore scientifico di ogni scoperta, si lega ad internet per costruire un mondo parallelo in cui, se non si è attenti, si rischia in un attimo di trovarsi “flagellati e risucchiati” per qualcosa più grande di sé stessi.

 Senza dettami prevenienti come la Parola e in essa la giustizia, la verità, la norma morale e spirituale a cui l’uomo ha tolto la sua obbedienza, si è liberi di intestarsi qualsiasi tipo di scorribanda umana, senza più una visone della vita che vada oltre l’orizzonte e superi l’idolatria dal partire da sé stessi. Scrive con parole dure, ma vere, il teologo del Signore:

 “Sì, siamo tutti idolatri. Perché siamo tutti idolatri? Perché la nostra fede, parlo del mondo cattolico, non è più accoglienza di ogni Parola che è uscita dalla bocca di Dio, nella quale è manifestata la verità del nostro Dio nel suo mistero eterno. Ognuno invece si fa il suo Dio a misura del suo cuore, della sua volontà, pronto a dichiarare giusta tutta la sua vita”………

Leggi sul link:

https://www.infooggi.it/articolo/lidolatria-fonte-di-una-societa-caduta-libera/116894

Inserisci un commento

Scroll To Top