In Evidenza

Gli interessi e la preghiera

InfoOggi.it – Egidio Chiarella - La preghiera è necessaria, bisogna perciò pregare e farlo bene. Non si può pregare il Padre se non si abita il vangelo, si rischierebbe di dire parole al vento e non essere mai intesi. Dice il teologo: “La casa abitata dalla preghiera non è una casa fatta di mura o di altro. La casa della preghiera è il vangelo. Voi entrate nel vangelo, lo vivete e quello diventa la vostra casa. Entrate allora nel vangelo. Pregate secondo il vangelo, affinché gli “interessi” del Padre vadano bene. Chiedete secondo il vangelo e sarete esauditi ed ascoltati”.

La preghiera, nonostante internet, perciò si accompagna allo stile di vita degli uomini. Essa si avvicina alla fonte invocata, tanto più il proprio modo di essere si accosta al vangelo. Chi prega non può stare al di là dei comandamenti, delle beatitudini o delle “raccomandazioni” fatte in tre anni di missione in mezzo alla gente dal Messia che ha cambiato la storia.

Pregando bene si fa la propria parte affinché il regno di Dio venga edificato sulla terra. È questo l’interesse maggiore che abita nel cielo e che ognuno deve far proprio perché si crei quell’unità d’intendi tra chi prega e il Padre, capace di far realizzare le cose chieste dal cuore dell’uomo. Intorno spesso emerge una realtà diversa perché si è lontani dal regno di Dio. L’interesse del Padre è debole sulla terra se il credente non si cura di testimoniarlo aprendosi al vangelo……

Continuare a leggere sul link:

https://www.infooggi.it/articolo/tutelare-con-la-preghiera-gli-interessi-veri-di-ognuno/115304

Inserisci un commento

Scroll To Top